Per la Fiera dell’Oggetto ritrovato ingresso gratuito in Galleria Rizzarda e mostra di cartoline d’epoca

 

In occasione della Fiera dell’Oggetto Ritrovato, domenica 8 novembre, viene riproposta nella Sala Guarnieri della Galleria “Carlo Rizzarda” la mostra Feltre nella collezione di cartoline d’epoca Barp – Hiniger, già presentata con successo al Museo Civico nel 2009. Viene esposta una selezione delle cartoline d’epoca raccolte da Gianvittore Barp e dalla consorte Hanny Hiniger in circa 40 anni anni di ricerche, scambi e frequentazioni di fiere, mercatini e botteghe antiquarie. L’idea nacque sfogliando “Le cento città d’Italia – Supplemento mensile illustrato del Secolo” del 1892, che in prima pagina pubblicava un panorama di Feltre e, all’interno, una serie di scorci cittadini. La coppia decise di raccogliere immagini sullo stesso tema dando origine a un insieme organico e coerente composto da oltre 600 cartoline donate poi al Comune di Feltre. Un insieme che assume un valore aggiunto per il fatto di essere sorto e sostanziato dall’amore per la terra natale di chi, come Gianvittore Barp, per lavoro, se ne è allontanato. Nato a Feltre nel 1928 e scomparso nel 2015, Gianvittore Barp ha lavorato per 42 anni in una grossa industria metalmeccanica, la Giorgio Fischer di Schaffhausen. Fu tra i promotori del gruppo sindacale italiano e fondatore della Famiglia Bellunese di Schaffhausen della quale è stato presidente per 10 anni. Grande appassionato di filatelia, ha ricoperto la presidenza del circolo filatelico di Schaffhausen ed è stato fautore di molteplici iniziative culturali e sportive volte a promuovere in Svizzera la conoscenza della provincia di Belluno. Nel 1972 è stato insignito del titolo di Cavaliere Stella d’Oro della Solidarietà Italiana. Nel 1986 ha ottenuto la medaglia d’oro per la fedeltà al lavoro e progresso economico dalla Camera di Commercio Industria Artigianato e Agricoltura di Belluno. Nel 1987 la Regione Veneto gli ha conferito un diploma di benemerenza per oltre 30 anni di emigrazione.
La collezione Barp-Hiniger consente di compiere un vero e proprio itinerario alla scoperta della città dalla fine dell’800 agli anni ‘50 del ‘900, seguendone le tappe evolutive. Vi troviamo effigiati i monumenti e i luoghi più rappresentativi e vedute che documentano la progressiva espansione del centro cittadino, con edificazione di spazi prima occupati da coltivazioni e campagna. Sono illustrati il Santuario dei Santi martiri Vittore e Corona, patroni della città, piazza Vittorio Emanuele meglio nota come piazza Maggiore, il castello, il teatro, il palazzo Pretorio, le porte Castaldi, Pusterla e Oria, Campo Giorgio con la cinta muraria, via Tezze con il ponte sul torrente Colmeda, viale Mazzini con le caserme e l’istituto “Colotti”, via Garibaldi e la Stazione ferroviaria, il Duomo e i suoi dintorni. La mostra offre una carrellata di panorami e vedute che suggeriscono ulteriori spunti per ricostruire l’immagine di una città che cambia. 
L’ingresso alla Galleria Rizzarda è gratuito per la Fiera dell’Oggetto Ritrovato con orario 10.30-12.30 e 15.00-18.00.