Nella Sala Pia l’esposizione di una statua di efebo dai palazzetti Bovio

Dopo il successo riscontrato lo scorso anno dall’esposizione della Testa di satiro, quest’anno, presso la Sala Pia, già Oratorio della Santissima Annunziata, verrà esposto un altro bel esemplare di scultura romana abitualmente conservato presso il Museo civico. Si tratta di una statua di efebo in marmo bianco della fine del I – prima metà del II sec. d.C. che effigia un giovinetto nudo, stante con il corpo flesso ad esse e il peso gravitante sulla gamba sinistra. Mancano la testa, le braccia ed entrambe le gambe da metà coscia. La statua è una replica speculare di età romana del tipo del così detto Narciso, scultura greca della fine del V sec. a.C. attribuita generalmente alla scuola di Policleto. Insolite e curiose sono le circostanze del rinvenimento avvenuto nel 1986, nel corso del restauro dei Palazzetti Bovio. Il pregevole oggetto era inserito, per occultarlo, nella muratura del sottotetto del corpo di fabbrica più occidentale. Si ignora l’ambito originale di provenienza della statua. Non è escluso che esso possa appartenere al contesto della città romana di Feltria, ma è tuttavia possibile che sia giunto in città attraverso il mercato antiquario. Prima di essere nascosta nella muratura, la scultura era già stata destinata all’esposizione come dimostra inequivocabilmente la presenza nella superficie di frattura delle gambe di tre fori con tracce di ossido di ferro dove dovevano essere inseriti altrettanti perni di fissaggio. L’iniziativa, volta a valorizzare ed approfondire un oggetto archeologico dalla storia singolare e intrigante, è curata e promossa congiuntamente dal Comune di Feltre, dalla Soprintendenza per i Beni archeologici del Veneto e dall’Associazione “Il Fondaco per Feltre”, con il contributo di Unicredit. L’allestimento è curato dall’arch. Giuliana Zanella. La presentazione si terrà presso la Sala Pia sabato 2 agosto prossimo alle ore 17.00. L’esposizione sarà visitabile, con apertura curata dall’Associazione “Il Fondaco per Feltre”, fino al 12 ottobre prossimo, il sabato con orario 16.00 – 19.00 e la domenica con orario 10.00-13.00 e 16.00-19.00.