Ultimo incontro per spiegare la mostra Il fascino dell’antico: con Annalaura Bond alla scoperta di “Calchi in gesso di pietre, cammei e paste vitree di soggetto antiquario”

Sabato 21 giugno prossimo, alle 17.30 in Galleria d’arte moderna “Carlo Rizzarda”  si terrà l’ultimo incontro del ciclo dedicato a spiegare i contenuti dell’originale mostra Il fascino dell’antico che chiuderà i battenti il 29 giugno.

Annalaura Bond, storica dell’arte, conoscitrice dell’opera dello scultore Francesco Terilli e con competenze di restauro, introdurrà il pubblico nell’affascinante mondo della glittica parlando di  ”Calchi in gesso di pietre, cammei e paste vitree di soggetto antiquario”.

Nel corso del Settecento e per buona parte del secolo successivo, si diffuse in Europa una moda collezionistica legata alla raccolta di piccole impronte in gesso o in pasta di zolfo (da cui il nome “zolfi”), tratte da intagli di pietre, cammei o paste vitree che riproponevano in miniatura il vasto repertorio di immagini legate alle antichità conosciute o da poco scoperte. In esse si trovano  repliche di opere famose, ma anche adeguamenti alle mode e innovazioni compositive da parte degli incisori. I calchi tratti da questi originali offrono oggi un valido riferimento per studiare raccolte e collezioni disperse e furono in passato, veicoli determinanti per la diffusione su larga scala di temi e motivi. Nel corso del Grand Tour, ai viaggiatori era offerta la possibilità di  commissionare, nei laboratori degli incisori, come souvenir personalizzato, intagli oppure calchi riproducenti in miniatura le antichità ammirate durante le visite a monumenti, ville, palazzi. Dieci vassoi rettangolari contenenti 626 di queste impronte di gesso rosato sono esposte nella mostra Il fascino dell’antico: dall’Accademia ercolanese a Gio Ponti passando per Antonio  
La partecipazione all’incontro, che consente la visita alla mostra e alle collezioni della Galleria “Carlo Rizzarda”, prevede, come sempre, il pagamento del solo prezzo del biglietto d’ingresso. Per informazioni e prenotazioni: Ufficio Musei (tel. 0439/885242, museo@comune.feltre.bl.it), www.comune.feltre.bl.it.