Incontro con Gianluca Tormen su Antonio Canova e le incisioni di divulgazione

Nell’ambito del ciclo di incontri organizzati per illustrare la mostra Il fascino dell’antico: dall’Accademia ercolanese a Gio Ponti sabato 31 maggio prossimo, a partire dalle 17.30, Gianluca Tormen accompagnerà il pubblico in un interessante percorso incentrato su Antonio Canova e, in particolare, sul rapporto tra il grande scultore neoclassico e la stampa di divulgazione. L’artista di Possagno fu un attento e abile promotore delle proprie opere e si avvalse proficuamente del tramite dell’incisione per far conoscere i suoi capolavori.

Docente di storia dell’arte in diversi Istituti Superiori della Provincia di Belluno, e dottorando presso l’Università di Padova, Gianluca Tormen da anni svolge ricerca presso l’Istituto di Storia dell’Arte della Fondazione Giorgio Cini di Venezia. I suoi ambiti di indagine vertono soprattutto sulla Museologia, la Storia del Collezionismo fra Sette e Ottocento e l’arte di Antonio Canova. Collabora con i Musei di Stato di Vienna, Praga e con la Galleria degli Uffizi. Ha all’attivo diverse pubblicazioni in riviste e cataloghi di mostre italiane e straniere. Assieme al direttore della Galleria dell’Accademia di Firenze sta inoltre curando la mostra (che aprirà il prossimo 23 giugno) “La fortuna dei Primitivi. Tesori d’arte dalle collezioni italiane fra Sette e Ottocento”.
La partecipazione all’incontro, che consente la visita alla mostra e alle collezioni della Galleria “Carlo Rizzarda”, prevede, come sempre, il pagamento del solo prezzo del biglietto d’ingresso. Per informazioni e prenotazioni: Ufficio Musei (tel. 0439/885242, museo@comune.feltre.bl.it), www.comune.feltre.bl.it.