slide immagine slide immagine slide immagine

Eventi nel Teatro de la Sena, nella Galleria d’arte moderna «Carlo Rizzarda» e nel Museo civico in occasione di Jazzit Fest, 23-24-25 giugno 2017

La grande manifestazione dedicata alla musica jazz, in tutte le sue sfaccettature, che interesserà la città di Feltre dal 23 al 25 giugno prossimo interesserà alcuni siti di particolare interesse storico-artistico, come il Teatro de la Sena, la Galleria d’arte moderna «Carlo Rizzarda» e il Museo civico.
Di seguito si riporta il calendario degli eventi in questi luoghi di per sé suggestivi. Continua a leggere


Presentazione della monografia Walter Resentera. Le figure sui muri

Venerdì 30 giugno prossimo, alle 16.30, nel Teatro de la Sena, nell’ambito delle iniziative collaterali alla Mostra dell’Artigianato Artistico e Tradizionale Città di Feltre, sarà presentato il volume Walter Resentera. Le figure sui muri. La monografia a colori, di 230 pagine e con 390 immagini, realizzata dal Comune di Feltre, con la curatela della conservatrice dei Musei civici, ed edita da Cierre Edizioni, contiene saggi di Giovanna Ginex, Roberto Curci, Piero Delbello, Marta Mazza, Anna Villari, Tiziana Casagrande, Michela Tessari, Chiara Rech, Giuditta Guiotto e Gian Paolo Resentera. Dopo i saluti istituzionali, la pubblicazione sarà introdotta dal prof. Nico Stringa, docente dell’Università Ca’ Foscari di Venezia e vi saranno brevi interventi di alcuni degli autori. La realizzazione del volume è stata possibile grazie al contributo della Cassa di Risparmio del Veneto e di Enel Green Power e con la collaborazione di a2a e del Museo Nazionale Collezione Salce di Treviso. Continua a leggere


Presentazione del racconto Ognuno ha un mostro di Andrea Zancanaro in occasione del Jazzit Fest

Venerdì 23 giugno prossimo dalle ore 16.30 presso la Galleria d’Arte moderna “Carlo Rizzarda”, in occasione del Jazzit Fest, si terrà la presentazione del racconto Ognuno ha il suo mostro di Andrea Zancanaro, finalista del concorso “Campiello giovani”. Come noto il premio “Campiello”, venne istituito nel 1962 per volontà degli Industriali del Veneto, e, nel corso del tempo, ha provato la validità delle sue scelte culturali, segnalando all’attenzione del grande pubblico autori che hanno segnato la storia della letteratura italiana: da Primo Levi a Mario Rigoni Stern, da Dacia Maraini a Margaret Mazzantini. Il “Campiello giovani”, da timido esperimento regionale delle prime edizioni, si è affermato a livello nazionale come premio dedicato ai giovani scrittori, di età compresa tra i 15 e i 22 anni, ed ha come oggetto un racconto in lingua italiana di lunghezza compresa tra 10 e 20 cartelle. Continua a leggere


SURREALISMO NELLE COLLEZIONI DELLA GALLERIA RIZZARDA

In occasione della Fiera dell’Oggetto Ritrovato, domenica 11 giugno 2017, nella Galleria d’arte moderna «Carlo Rizzarda» viene proposta una mostra sul Surrealismo nelle collezioni del museo. Nella Sala Silvio Guarnieri vengono esposte una quindicina di opere di artisti – Bruna Aprea, Renato Balsamo, Graziella Marchi, Luigi Regianini e Gaetano Tranchino – che parlano linguaggi figurativi tra loro molto differenti anche se accomunali da una matrice apertamente o latamente surrealista.
Si tratta per lo più di dipinti appartenenti alla raccolta di Liana Bortolon, donata nel 2007 alla Città di Feltre dalla giornalista e critica di origine feltrina e conferiti alla Galleria in successive tranches. Proprio lei viene ritratta in tre diversi momenti della vita nel dipinto della pittrice napoletana Bruna Aprea (Napoli 1945) Nell’arca Liana, esposto qui per la prima volta. Continua a leggere


Il mio paese delle meraviglie – Mostra fotografica di Marco Zucco che promuove i Musei, il Teatro e i siti culturali feltrini al Fondaco delle Biade

Il mio paese delle meraviglie è il suggestivo titolo della mostra di foto d’arte di Marco Zucco proposta al Fondaco delle Biade nelle domeniche 11 (Fiera dell’Oggetto Ritrovato) e 18 giugno e dal 23 al 25 giugno, durante il Jazzit Fest.
L’esposizione parte dal presupposto che le opere d’arte custodite nei Musei prendano vita innanzi alla vita. La mostra è infatti un viaggio onirico fatto di beltà e di episodi che sono accomunati da un unico filo conduttore: il racconto.
I palazzi che ospitano il Teatro, la Galleria d’arte moderna e il Museo Civico, sono per l’autore scrigni preziosi, colmi di tesori e di storie ed egli intende condividere questa ricchezza con il pubblico. Continua a leggere